BRI 00896; BRI 00897 - Bologna, Chiesa di Sant'Isaia: interno, dipinto di Guardassoni

Immagine opera
N. inv.BRI 00896; BRI 00897
Titolo proprioBologna, Chiesa di Sant'Isaia: interno, dipinto di Guardassoni
Titolo attribuito

Notizie storico artistiche

Fondo Antonio Brighetti
Serie
Oggetto Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto cartolina postale
Soggetto Bologna, Chiesa di Sant'Isaia: interno, dipinto di Guardassoni
Autore
Stampatore/Editore
Cronologia
Luogo della ripresa
Data della ripresa
Materia e Tecnica
Misure (in cm; hxb) 14x9
Misure negativo (in cm; hxb)
Indicazione di colore b/n
Luogo e anno di edizione
Timbro di spedizione (luogo e data)
Iscrizioni Sul recto, in basso al centro, è scritto: "S.ISAIA PROFETA" (Guardassoni)". Sul verso, in alto a sinistra, si legge: "COMITATO DI CARITA' DI S.ISAIA - BOLOGNA".
Iconografia
Bibliografia
Mostre
NotaLa chiesa di Sant'Isaia ha origini antichissime: pare risalire ai primi secoli dell'era cristiana. L'aspetto attuale le fu dato ai primi dell'Ottocento, dopo che venne ricostruita una prima volta nel Seicento da Sebastiano Fiorini. Nel secolo XIX° invece fu Luigi Marchesini ad ampliarla unendola all'oratorio dell'Ospedale della Congregazione degli Agonizzanti dedicato a San Michele Arcangelo, che si trovava all'angolo con via de' Marchi. L'interno è a tre navate e conta undici altari. Il dipinto di Alessandro Guardassoni che raffigura Sant'Isaia Profeta è collocato sull'altare maggiore.