BRI 01212 - Nerone di Boito - Il Tempio di Simon Mago

Immagine opera
N. inv.BRI 01212
Titolo proprioNerone di Boito - Il Tempio di Simon Mago
Titolo attribuito

Notizie storico artistiche

Fondo Antonio Brighetti
Serie Il Nerone di Boito al Comunale di Bologna
Oggetto Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto cartolina postale
Soggetto Nerone di Boito - Il Tempio di Simon Mago
Autore
Stampatore/Editore Zoboli G., Bologna
Cronologia
Luogo della ripresa
Data della ripresa
Materia e Tecnica
Misure (in cm; hxb) 9x14
Misure negativo (in cm; hxb)
Indicazione di colore policromia
Luogo e anno di edizione Bologna, 1924
Timbro di spedizione (luogo e data)
Iscrizioni Sul recto, sotto l'immagine, è scritto: "NERONE di Boito - Il Tempio di Simon Mago (Atto II ). Sul verso, in basso a sinistra, è leggibile il nome dell'editore preceduto dal n. 155.
Iconografia
Bibliografia
Mostre
Nota"Nerone" è una delle due opere di cui Arrigo Boito fu autore sia del libretto sia della musica. Rimasta incompiuta a causa della sua morte, avvenuta nel 1918, fu completata da Antonio Smareglia e Vincenzo Tommasini su incarico di Arturo Toscanini. La prima rappresentazione si tenne a Milano, al Teatro alla Scala, il 1° maggio 1924. Nell'autunno dello stesso anno, l'opera fu eseguita a Bologna per dodici serate con la direzione di Toscanini. La prima fu il 12 ottobre 1924. L'evento era stato promosso da Tomaso Monicelli, giornalista e direttore de "Il Resto del Carlino". Per l'occasione fu stampata una serie di n. 6 cartoline. In quella qui catalogata è riprodotta la scenografia realizzata da Lodovico Pogliaghi per il secondo atto. Nerone è arrivato al Tempio di Simon Mago, che malvagiamente tenta di piegarlo al suo potere. L'imperatore però si accorge degli inganni tramati a suo sfavore e fa arrestare o uccidere coloro che vi hanno partecipato. Poi inizia a suonare la cetra seduto sull'altare.