M34325 - Lot e le figlie

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Anonimo bolognese (fine XVII - inizio XVIII)
Tecnica e supporto Olio su tela
Datazione 1690-1710 ca.
Misure (in cm) h x b 190x165
Iscrizioni
Notizie storico-critiche E' una delle 4 tele raffiguranti episodi del Vecchio Testamento provenienti da una sala (l'attuale n.60) del piano nobile di Palazzo Pepoli Vecchio, oggi sede del Museo della Storia della Città di Bologna. Tuttora in corso di studio le 4 tele si rivelano opera di un artista bolognese informato della cultura artistica della città, databili tra la fine del Seicento e l'inizio del Sette. I soggetti appaiono infatti molto diffusi nell'iconografia del tardo Seicento che possono legarsi sia alla celebrazione di un re vittorioso (Davide) sia all'allegoria della purezza (Susanna e i vecchioni). Sono probabilmente il risultato di un progetto coerente volto a rappresentare o celebrare un evento di Casa Pepoli.
Iconografia Due donne e un uomo anziano (loro padre) al centro. Una è intenta a versargli da bere. Con un taglio diagonale vi si rappresenta il celebre episodio in cui le due sorelle stanno seducendo il loro padre ormai ebbro.
BibliografiaCollezione dei dipinti della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, Bologna 2011.
MostreCollezione dei dipinti della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna (Bologna 2011).
Nota