4862 - San Gerolamo in meditazione

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Incisore Ceccarini Carlo (da Agostino Carracci)
Inventore Vanni Francesco
Luogo e anno di edizione Fano
Tecnica e supporto Bulino
Misure foglio (in mm) 202 x 137
Misure battuta (in mm)
Misure immagine (in mm) 179 x 126
Iscrizione incisa San Girolamo Dottore/Carlo Ceccarini Sc. Fano
Notizie storico-critiche L'incisione con San Girolamo in meditazione realizzata da Agostino Carracci, deriva da un disegno di Francesco Vanni conservato agli Uffizi: (inv. 10816F, matita rossa, 205 x 292) forse un primo pensiero per un'incisione o un dipinto perduto, e fu datata da Bodmer e poi da Calvesi e Casale intorno al 1596. De Grazia, sottolineando le consonanze stilistiche con due stampe: Enea fugge da Troia con la famiglia e al San Francesco confortato da un angelo opera di Francesco Vanni datata 1595, anticipò la datazione del San Gerolamo al 1595. L'originale di Agostino fu realizzato in anni in cui, come rilevato da Bodmer e De Grazia, l'artista influenzato dalla maniera incisoria di Hendrick Goltzius si dedicò a veri e propri saggi di virtuosismo cercando di sfidarne l'abilità tecnica e stilistica, come visibile nella struttura vigorosa dell'anatomia, nei forti contrasti chiaroscurali ottenuti tramite una segno del bulino vario e diversificato. Assai famoso fin dalla sua origine, fu molto copiato come dimostrano oltre alle 11 copie incise repertoriate da Bohn, cui se ne aggiungono due in questa sede, i numerosi dipinti e disegni da esso derivati. L'incisione è una bella copia, assai fresca nel segno, dall'originale di Agostino Carracci realizzata da Carlo Ceccarini Nè Bartsch, ne De Grazia, nè Bohn citano questo esemplare che viene quindi ad aggiungersi come tredicesima copia all'elenco steso da Babette Bohn. DISEGNI PREPARATORI: San Gerolamo. Collezione del Colonnello J. Weld, Lulworth Manor (133 x 91). Probabile studio preparatorio di Agostino STATI: S1. In basso a destra, a destra della croce: Ago. fe. ; sul bordo a destra: Franciscus/ Vannius/ inven/ (Bologna FCRB 4590, Albertina , Londra) S2. Come il primo stato ma con aggiunta lungo il bordo: Quotidie morimur, quotidie commutamur, /et tamen eternos nos esse credimus/ Matteo flo. for. (Albertina, Bibliotheque National Parigi, Bologna PN, FCRB, Dresda, Roma e altri) S3. La scritta Matteo Flo for. è stata cancellata anche se tracce della scritta risultano ancora visibili (Pavia) COPIE : C1.S1. stato. Anonimo. Incisione in controparte. mm. 194 x 148. manca lo sfondo di rocce in lontananza. (Parma) C1.S2 stato. Anonimo. Incisione in controparte. mm. 194 x 148. con lo sfondo. (Berlino, Bologna PN, FCRB 4603,4604,4605,4606, Francoforte, Amburgo, Milano, Monaco, Parma n. 1132, Pavia, Roma Vaticano) C2. Anonimo. Incisione a bulino in controparte. mm 142 x 195. Lo sfondo è stato eliminato. (Bologna PN 2037) C3. Crestien Evertault. Incisione a bulino. mm 180 x 135. Stessa iscrizione del secondo stato con: Crestien/ Euertault/ fecit aggiunto in basso a destra. (New York NYPL) C4. Anonimo. Incisione a bulino in controparte. misure ignote. Sul margine: S. Hieronymus Strid niensisdoctor Ecclesiae.(citata da De Grazia come C4 senza misure e collocazione) C5. Anonimo. Incisione a bulino in controparte. mm. 191 x 146. Lungo il margine al centro: SANCTUS HIERONYMUS In basso a sinistra: Ioan Galler excudit, in basso a destra: Franciscus Vannius inventor.(Bassano, Cambridge MA) C6. Anonimo. Incisione a bulino. mm 197 x 148. Nel margine: GIROLAMO DOT., in basso a destra vicino al margine N.N. (citata da De Grazia come C6 senza collocazione) C7. Anonimo. Incisione a bulino in controparte. mm. 197 x 142 Molto vicina alla copia 1 secondo stato, ma senza : Matteo flo.for. e Franciscus Vannius inven. (Roma) C8. Joseph M. Viaggi. Incisione a bulino. mm. 185 x 139. Sul margine: DEDICATO ./AL MERITO DELLE RR MM c DELLA SS. TRINITA da. In basso a sinistra: 1707. Bono, in basso a destra: Ioseph M. Viaggi. Sculp.er. (Parma 1135) C9. Anonimo. Incisione a bulino in controparte. mm 203 x 168. (Milano) C10. Louis Simmonneau. Jr (1654 - 1727) Incisione a bulino. mm 161 x 217 copia che compare assieme altre copie della scuola perfetta in: Liure de portraiture pour ceux qui commencent à dessiner di Simmonneau da Le Brun (Firenze Biblioteca Medicea) C11. Anonimo. Incisione a bulino. mm. 200x 151. In basso lungo il margine: GLf. 1598, seguito da due linee di versi in latino che compaiono nel secondo stato e a destra: Franciscus/Vannius/inven. (Vaticano) Alle 11 copie repertoriate da Babette Bohn si aggiungono ora altre due copie conservate presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna: * C12. Anonimo XVII o XIX secolo. Incisione xilografica. mm 180 x 146 (immagine). senza scritte. (Bologna FCRB 4859) * C13. Carlo Ceccarini (Fano). Incisione a bulino. mm. 179 x 126 con scritto: San Girolamo dottore/Carlo Ceccarini sc. Fano (Bologna FCRB 4862) COPIE DISEGNATE: C1. copia in controparte (Bologna FCRB 280 D1 - 6) C2. copia in controparte Gallery Kekko, Toronto C3. copia nello stesso verso. mm. 237 x 194, matita rossa su carta bianca (Genova, Museo di Palazzo Rosso, Inv. 1939) COPIE DIPINTE: C1. copia presso la Pinacoteca di Forlì (attr. a Annibale) C2. copia in controparte venduta come da Francesco Vanni (Christies, Old Masters and English Pictures, 22 luglio 1988, lot. n. 76) C3. copia in controparte venduta come Scuola Fiamminga (Sotheby's Amsterdam, 22 novembre 1989, lot. n. 77) C4. copia nello stesso verso in Szépmuveszeti Muzeum, Budapest catalogata come italiana del Settecento.
Iconografia Il Santo a mezzo busto in posizione frontale tiene il rosario e il crocifisso nella mano destra, mentre appoggia la testa sulla mano sinistra, davanti a lui un teschio e un libro chiuso
Bibliografiainedita
Mostre
Nota