4994 - La conversione di San Paolo

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Incisore Traballesi Giulio o Giuliano (Firenze 1724 - Milano 1814)
Inventore Carracci Ludovico (Bologna 1555-1619)
Luogo e anno di edizione Firenze, XVIII
Tecnica e supporto Acquaforte
Misure foglio (in mm) 599 x 464
Misure battuta (in mm) 500 x 293
Misure immagine (in mm) 453 x 281
Iscrizione incisa La conversione di San Paolo/Quadro di Lodovico Caracci alto palmi 11 e largo 7/Esistente nella Chiesa di San Francesco in Bologna/J. Traballesi deli e scul Formis Flor/13
Notizie storico-critiche La pala con la Conversione di San Paolo oggi in Pinacoteca, fu realizzata da Ludovico nel 1587 per il senatore Emilio Zambeccari che la pose nella cappella di famiglia in San Francesco dove la ricordano tutti gli antichi biografi. Tra le opere più famose di Ludovico essa costituisce un dei più importanti capisaldi della riforma antimanierista promossa dai Carracci. Diversi disegni sono stati messi in relazione con il dipinto: un foglio conservato al British Museum (Inv.1895. 9. 15. 748, tecnica mista) riferito originariamente a Bartolomeo Schedoni, e che la critica più recente propende oggi ad attribuire a Cavedoni (cfr. Brogi, 2001, p. 133, l'autore cita un foglio per molti versi analogo passato presso l'Hotel Drouot i Parigi il 10 ott. 1983 (n.10). Un altro foglio messo in relazione con la pala è conservato a Windsor (Inv. RL 1190, olio su carta), già ritenuto dubbio da Wittkower, ma ripreso in esame come autentico da Bohn e Feigenbaum sarebbe invece secondo Brogi di scuola. La stampa di buona qualità fu realizzata da Giulio Traballesi incisore di origine fiorentina noto peri i disegni di illustri fiorentini tradotti poi in incisione da altri tra cui l'Allegirni. Traballesi realizzò inoltre diverse stampe dai maestri bolognesi del Seicento. Dal catalogo Fasella non risulta la valutazione dell'incisione COPIE DAL DIPINTO DI LUDOVICO 1. G. Traballesi, acquaforte, mm 500 x 293 (Bologna PN 5291, FCRB 4994) 2. G. Tomba, F. Rosaspina, acquaforte (Bologna PN 23617)
Iconografia
BibliografiaG. Perini, "L'uom più grande in Pittura che abbia avuto Bologna": l'alterna fortuna critica e figurativa di Ludovico Carracci, in A. Emiliani (a cura di), Ludovico Carracci, cat. mostra, Bologna 1993, p. 339, n. 5
Mostre
Nota