TEST. / BO 16 - Bologna, rappresentazione presso il Teatro della Sala nel Palazzo del Podestà (1722)

Immagine opera
N. inv.TEST. / BO 16
Titolo proprioBologna, rappresentazione presso il Teatro della Sala nel Palazzo del Podestà (1722)
Titolo attribuito

Notizie storico artistiche

Fondo Alfredo Testoni
Serie
Oggetto Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto stampa su carta
Soggetto Bologna, rappresentazione presso il Teatro della Sala nel Palazzo del Podestà (1722)
Autore
Stampatore/Editore
Cronologia
Luogo della ripresa Bologna
Data della ripresa inizio sec. XX°
Materia e Tecnica
Misure (in cm; hxb) 13x16
Misure negativo (in cm; hxb)
Indicazione di colore b/n
Luogo e anno di edizione
Timbro di spedizione (luogo e data)
Iscrizioni Sul verso è stata apposta la numerazione PG290
Iconografia
Bibliografia"Le Insignia degli Anziani del Comune dal 1530 al 1796. Catalogo - Inventario" a cura di Giuseppe Plessi, Roma, 1954 (Ministero dell'Interno / Pubblicazione degli Archivi di Statto XVI / Archivio di Stato di Bologna)
Mostre
NotaLa fotografia è stata trovata tra i materiali dell'archivio personale di Alfredo Testoni conservati presso la Biblioteca d'Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale. Il più antico teatro pubblico di Bologna era situato nella grande sala al primo piano del Palazzo del Podestà e proprio dalla collocazione in questo ambiente venne chiamato Teatro della Sala. Rimase aperto e funzionante dal 1581 al 1767, quando venne dismesso a causa delle ormai precarie condizioni in cui versava. In questo ambiente, infatti, si praticava anche il giuoco del pallone, amatissimo dai Bolognesi. Di proprietà del Reggimento di Bologna, veniva di volta in volta affidato ad impresari, che avevano però l'obbligo di lasciarlo a disposizione in occasione di cerimonie pubbliche o eventi straordinari. Tra il 1615 e il 1636 la struttura del Teatro venne modificata con l'aggiunta di un palcoscenico utile anche alle rappresentazioni di drammi in musica e con la costruzione di una serie di palchetti in legno. L'immagine riproduce una miniatura del 1722 tratta dalle "Insignia". Dal testo citato in bibliografia si evince che tale miniatura fu realizzata da Leonardo Sconzani (1695-1735) e che "i palchi, gremiti di spettatori, sono contrassegnati dagli stemmi: a sinistra Pepoli, Bentivoglio, Gozzadini / di Bologna (timbrato dall'ombrello di legazione), Ariosti, / Amorini Spada; a destra - Odofredi, Malvezzi, Carbonesi, Pepoli, Sambieri / Bargellini". Un particolare della ripresa fu poi oggetto della stampa di una cartolina da parte dell'editore Giovanni Mengoli nei primi anni del Novecento (cfr. inv. BRI 00433 e 00646).