4927 - San Francesco confortato da un angelo musicante

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Incisore Carracci Agostino (1556 - 1602)
Inventore Vanni Francesco
Luogo e anno di edizione Bologna 1595
Tecnica e supporto Bulino
Misure foglio (in mm) 308 x 240
Misure battuta (in mm)
Misure immagine (in mm) 294 x 237
Iscrizione incisa Franc.s Vannius Sen Inventor Car. fe. 1595 Desine dulciloquas Ales contingere e hordas, Ham nequ....... Joannes Philippus Riccius e Societate Iesu
Notizie storico-critiche L'incisione di Agostino, San Francesco confortato da un angelo musicante, tradizionalmente ritenuta copia in controparte con alcune varianti dell'incisione di Francesco Vanni (1563 - 1610), è in realtà, come già riconosciuto dal Bellori, copia di un dipinto di Vanni conservato presso la Galleria Rizzi di Sestri Levante (in The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, Agostino Carracci, by Babette Bohn. New York 1995, 39 (1 Comm.), p. 289). Realizzata nel 1595, essa mostra alcune caratteristiche tecniche tipiche di questa fase dell'attività di Agostino come la divisione accentuata del paesaggio, realizzata tramite l'uso di tratti spessi e marcati in primo piano che si fanno sempre più delicati e superficiali nello sfondo. La stampa, ritenuta da Mariette e da Bartsch, una delle migliori e più riuscite opere del Carracci, dovette godere di grande popolarità, come dimostrano, oltre alle numerose impressioni che ne furono tratte, le derivazioni pittoriche. Alle dieci copie repertoriate da Bohn, Cristofori, sulla scorta di quanto scritto dallo Zani, ne ha aggiunte recentemente altre. L'esemplare in esame benché non ottimamente conservatosi è assai fresco e le iscrizioni presenti permettono di identificarlo come un primo stato che venne valutato all'epoca della vendita alla Cassa di risparmio ben 200 £ DISEGNI PREPARATORI: Agostino Carracci, Stoccarda Staatsgalerie, già collezione Ellesmere, penna su carta bianca, 220 x 330, riprodotto in The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, Agostino Carracci, by Babette Bohn, New York, 1995, 39 (1 Comm.), p. 290. STATI: S1. Bulino. 308 x 342 (lastra). In basso a sinistra: Franc.s Vannius sen. Inventor.; in basso a destra: Car. fe/1595, lungo il margine inferiore: Desine dulciloquas Ales... huius amasse lyra, a destra Johannes Philippus Ricciuse Societate /Iesu. Ostrow e poi de Grazia descrissero un primo stato senza verso in latino lungo il margine inferiore, ma come notato da Bohn, si trattava probabilmente di un esemplare tagliato come quello di Parma (I(nv. 1120). (Baltimora, Bassano, Bologna PN 2036, 3934, Bologna FCRB 4927, Brema, Cambridge, MA, Cambridge UK, Coburg, Colonia, e altri) S2. Bulino. Aggiunto in basso a destra: Gio Marco Paluzzi Formis Romae. Paluzzi fu attivo a Roma durante il XVII XVIII secolo. S3. Bulino. La prima scritta del I stato è stata abrasa e rimpiazzata con: Franc. Vanni inv. L'indirizzo dell'editore del secondo stato è stato abraso e sostituito con : s. Francesco d'Assisi /Romae Typis Io mariae Saluioni (Milano) COPIE: C1. Anonimo. Incisione a bulino. 255 x 153. Theodorus Galle excudit. (pubblicato da Tedoroe Galle (1560 ca. -1606) nella stessa direzione con differente paesaggio. C2. Anonimo. Incisione a bulino. 286 x 237 mm (lastra) in basso a sinistra: Franc.s Vannius Sen/Inventor (Roma) C3. Anonimo. Incisione a bulino. mm. 215 x 158 Non finita (Milano, Parma Inv. 1125) C4. Anonimo. Incisione a bulino. mm 260 x 197 (latra) Nel centro lungo il margine : F. Vannis. sen. /Inventor.; nel margine: MIHI VIVERE CHRISTUS EST ET MORI. LUCRUM. DONATO SUPRIANO ROMA. (Parma 1124). Donato Supriano , stampatore di Bitetto (Bari) attivo a Roma intorno al 1640 - 41. C5. Anonimo italiano (sec. XVI - XVII). Incisione a bulino. mm 294 x 233. Nel centro lungo il margine: Farnc.s Vannius Sen/Inventor.; nel margine: Gli stessi versi del primo stato con al centro l'iscrizione S. FRANCISC. s. a sinistra: Tommaso moneta for. (Parma 1123) Tommaso Moneta fu stampatore attivo tra il 1589 e il 1602. C6. Anonimo (sec. XVII seconda metà). Incisione a bulino. mm. 172 x 125 (lastra). In basso a sinistra: Chez Landry., nel margine: S. Franciscus. and Vanius pinxit. (Parma 1124), Lo stampatore Pierre Landry il vecchio specializzato in immagini devozionali fu attivo tra il 1663 e il 1701. C7. Anonimo bolognese secolo XVI - XVII. Incisione a bulino in controparte. 191 x 130 (lastra). La copia include solo la figura di San Francesco. L'attribuzione di Bartsch al Brizio fu rifiutata da V. Birke (TIB 40, 1987, p. 266, n. 4003.058**, p. 26) (Berlino, Bologna PN 22466, Bologna FCRB 4601, Parma, Roma, Vaticano, Vienna). C8. Anonimo. Acquaforte in controparte. mm. 300x 237 (foglio). Nel margine VIVO AVTEMIAM NON EGO; VIVIT VERO IN ME CHRISTUS (Stoccarda) C9. Francesco Carracci (?) . Incisione a bulino in controparte. mm. 173 x 131 (lastra) In basso a sinistra : fcF. L'incisione presenta delle modifiche nel paesaggio. De Grazia ha sottolineato che lo stile dell'incisione non corrisponde all'unica ascritta dal Bartsch a Francesco Carracci, e che d'altra parte gli altri due artisti con le stesse iniziali: Francesco Curti e Francesco Camullo hanno stili differenti.(Washington) C10. Anonimo. Incisione 299 x 239 In basso a sinistra : Franc. Vanni inv.; in basso a destra Car Fe/1595 (Firenze)
Iconografia San Francesco seduto in primo piano svenuto per le dolci note di un violino suonato da un angelo in volo sopra di lui, sullo sfondo un paesaggio.
BibliografiaG. Baglione, Le vite de' pittori scultori et architetti dal pontificato di Gregorio XIII del 1572 in fino a' tempi di Papa Urbano Ottavo nel 1642...Roma 1642, p. 390 G. P. Bellori, Le vite de' pittori, scultori ed architetti moderni...Roma 1672, p. 116 C. C. Malvasia, La Felsina Pittrice, 1678, ed cons. 1841, I, p. 77, 293, nota 3 F. Basan, Dictionnaire des graveurs anciens et modernes depuis l'origine de la gravure, avec une notice des principales estampes...Paris 1767, vol I, p. 111 G. Gori Gandellini, Notizie istoriche degl'intagliatori. Opera di Gio. Gori Gandellini Sanese, Siena 1771, p. 232 J. Strutt, A bibliographical dictionary; containing an histroical account of all the engravers, from the earliest period of the art of engraving to the present time.. London 1785, vol I, p. 181 Heinecken, Dictionnaire des artistes, dont nous avons des estampes, avec une notice détaillèes de leurs aovrages gravé. Tome troisieme contenent les lettres Bla-Caz. A. Leipzig, chez Jean Gottlob Immanuel Breitkopf, 1789, p.635, n. 51 M. Huber, Manuel des curieux et des amateurs de l'art contenant une notice abregée des principaux graveurs, et un catalogue raisonné de leurs meilleurs ouvrages...les artistes rangé par ordre chronologique, et divisés par Ecole. Tome troisième renfermant l'ecole Italienne, Zuric 1800, p. 264, n. 4 A. Bartsch, Le Peintre Graveur, Vienne 1818, XVIII vol., p. 70, n. 67 F. Brulliot, Dictionnaire des monogramme, marques figurées, lettres initiales..., III, Monaco 1834, p.31-32, n. 191 A. Bolognini Amorini, Vite dei pittori bolognesi, Bologna 1843, pt. IV, p. 56 Ch. Le Blanc, Manuel de l'amateurd'estampes, contenant ..Tom. I, 1854, p. 600, n. 59 G.K. Nagler, Die monogrammisten und diejeningen und unbekannnten Kunstler aller Sculen...I, Monaco 1858, p.949, n. 2253 A. Andresen, Handbuch fur kupferstichsammler oder Lexicon der kupferstecher, Maler - Radire und Formschneider... Lipsia, 1870, vol I, p. 239, n. 8 A. De Witt, Reale Galleria degli Uffizi. Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, Roma 1938, p. 49, nn. 2940, 12959 E. Bodmer, "Die Entwicklung der Stechkunst des Agostino Carracci II" , Die Graphischen Kunste, 1940, p. 66 M. Calvesi, V. Casale, Le incisioni dei Carracci, Roma,1965, p. 50, n. 171 G. Gaeta Bertelà (a cura di), Pinacoteca Nazionale d i Bologna. Gabinetto disegni e stampe. Incisori bolognesi ed emiliani del sec. XVII., Bologna 1973, n.183, 183a, 18b The Illustrated Bartsch, Italian masters of the sixteenth century. Edited by Diane De Grazia Bohlin. New York 1980, 39, p. 110, n. 67 (70) D. De Grazia, le stampe dei Carracci con i disegni , le incisioni, le copie e i dipinti connessi. catalogo Critico. edizione italiana riveduta e aumentata tradotta e curata da Antonio Boschetto. Bologna 1984 (National Gallery of art; Washington; Pinacoteca Nazionale, Bologna, p. 185, 187, n. 204 (231) The Illustrated Bartsch, Italian Master of the sixteenth century, Agostino Carracci. By Babette Bohn. New York, 1995, 39 (1 Comm.), pp. 290 - 291, n. 3901.193 R. Cristofori, Agostino Annibale e Ludovico Carracci, Le stampe della Biblioteca palatina di Parma, Bologna 2005, p. 2242- 248, cat. 145-145 i.
Mostre
Nota