MICH. 0038 - Torino, Esposizione Generale Italiana 1898: veduta del Borgo Medievale

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Michelini Giuseppe (Bologna, 1873-1951)
Stampatore/Editore
Forma Specifica dell'Oggetto stampa su carta
Misure (in cm; hxb) 18x24
Misure negativo (in cm; hxb) 6x7
Serie
Indicazione di colore b/n
Orientamento
Timbro di spedizione (luogo e data)
Fondo Giuseppe Michelini
Soggetto Torino, Esposizione Generale Italiana 1898:veduta del Borgo Medievale
Oggetto Positivo
Materia e Tecnica
Titolo attribuito
Cronologia 1988-1990
Luogo della ripresa Torino
Data della ripresa 1898
Bibliografia1) Attilio Bertolucci, "Italia 1900. Viaggi fotografici di Giuseppe Michelini (1873-1951)", Bologna, Grafis-Zanichelli, 1981; 2) Franca Varignana, "Le collezioni fotografiche bolognesi. Collezioni d'Arte e di Storia Cassa di Risparmio in Bologna" in "Fotografie e fotografi a Bologna 1839-1990" a cura di Giuseppina Benassati e Angela Tromellini, Bologna, Grafis, 1992, pp. 98-100; 3) "Lo specchio d'inchiostro", testo di Michele Smargiassi, immagini d'archivio dalle Collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna selezionate da Ghigo Roli, Modena, Artioli, 2000; 4) "Domani si parte. Vacanze nel primo Novecento. Fotografie di Giuseppe Michelini dalle Collezioni d'Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale", a cura di Beatrice Buscaroli e Angela Nardi, Bologna, Bononia University Press, 2006.
NotaSocio del Club Alpino Italiano, del Circolo Fotografico Bolognese e del Touring Club Italiano, Giuseppe Michelini compì diversi viaggi fuori Bologna. In tali occasioni raccolse vere e proprie serie fotografiche, come altrettante e puntuali documentazioni di cose viste. In Piemonte visitò numerosi luoghi. A Torino andò e soggiornò più volte. Questa ripresa risale al 1898, anno dell'Esposizione Generale Italiana. La manifestazione, indetta per commemorare il cinquantesimo anniversario dello Statuto Albertino, rimase aperta da aprile a ottobre . Le imprese straniere erano ammesse solo nella Galleria della Elettricità. Qualche ramo dell'industria meccanica estera non ancora sviluppata in Italia trovò posto nella Galleria del Lavoro. All'interno dell'Esposizione fu organizzata una "Mostra internazionale di elettricità". Furono presenti circa 8.000 espositori, si tennero 43 congressi nazionali e internazionali e si registrarono tre milioni e mezzo di visitatori. Alla cerimonia di inaugurazione presenziò il re Umberto I. Il cosiddetto "Borgo medievale" venne eretto nel 1884 quale Sezione di Arte Antica dell’Esposizione Generale Italiana di quell'anno per riprodurre un nucleo feudale del XV secolo. L'interessante complesso si trova all'interno del Parco del Valentino ed è tuttora aperto al pubblico.