MICH. 0007 - Aosta: piazza Émile Chanoux (già piazza Carlo Alberto)

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Michelini Giuseppe (Bologna, 1873-1951)
Stampatore/Editore
Forma Specifica dell'Oggetto stampa su carta
Misure (in cm; hxb) 18x24
Misure negativo (in cm; hxb) 6x7
Serie
Indicazione di colore b/n
Orientamento
Timbro di spedizione (luogo e data)
Fondo Giuseppe Michelini
Soggetto Aosta: piazza Émile Chanoux (già piazza Carlo Alberto)
Oggetto Positivo
Materia e Tecnica
Titolo attribuito
Cronologia 1988-1990
Luogo della ripresa Aosta
Data della ripresa dopo il 1924
Bibliografia1) Attilio Bertolucci, "Italia 1900. Viaggi fotografici di Giuseppe Michelini (1873-1951)", Bologna, Grafis-Zanichelli, 1981; 2) Franca Varignana, "Le collezioni fotografiche bolognesi. Collezioni d'Arte e di Storia Cassa di Risparmio in Bologna" in "Fotografie e fotografi a Bologna 1839-1990" a cura di Giuseppina Benassati e Angela Tromellini, Bologna, Grafis, 1992, pp. 98-100; 3) "Lo specchio d'inchiostro", testo di Michele Smargiassi, immagini d'archivio dalle Collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna selezionate da Ghigo Roli, Modena, Artioli, 2000; 4) "Domani si parte. Vacanze nel primo Novecento. Fotografie di Giuseppe Michelini dalle Collezioni d'Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale", a cura di Beatrice Buscaroli e Angela Nardi, Bologna, Bononia University Press, 2006.
NotaSocio del Club Alpino Italiano, del Circolo Fotografico Bolognese e del Touring Club Italiano, Giuseppe Michelini si recava spesso in montagna. Più volte si fermò anche ad Aosta e ne approfittò per scattare alcune fotografie che documentavano la visita. In questa immagine si vede la piazza principale della città, ora intitolata ad Émile Chanoux, componente della Resistenza valdostana trucidato dai nazifascisti nel 1944. È situata nella zona centrale della città e ha forma di rettangolo coi lati lunghi esposti a nord e sud. Nel momento in cui Michelini la fotografò si chiamava piazza Carlo Alberto. L'edificio in stile neoclassico a sinistra è l'Hotel de la Ville, ovvero il municipio. La ripresa è datata ad un periodo successivo al 1924, dal momento che nella piazza è già presente il monumento al soldato valdostano, inaugurato appunto in quell'anno. Quello dedicato al medico Laurent Cerise che vi si trovava in precedenza fu spostato ai giardini pubblici di avenue Conseil des Commis.