F32553 - Ritratto di Anna Mella

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Manzù Giacomo (Bergamo, 1908 - Roma, 1991)
Tecnica e supporto Bronzo (fusione unica)
Datazione 1946 ca.
Misure (in cm) h x b 92x45x57
Iscrizioni FONDERIA MAF MILANO - MANZU'
Notizie storico-critiche La perizia di autentica è stata realizzata nel 2005 da Giovanna Pesci. L'opera è stata poi identificata dall'Archivio Giacomo Manzù come un pezzo unico raffigurante il ritratto di Anna Mella, vero nome: Anna Sogno Arborio Mella, pittrice e allieva dell'artista all'Accademia di Brera, nata a Ello in provincia di Como. La somiglianza tuttavia con il "grande ritratto di Signora" (vedi catalogo, Manzù a Bergamo, 1977, p. 60), in cui molti hanno visto i tratti di Alice Lampugnani legata al maestro da uno stretto rapporto di amicizia e sua musa ispiratrice per molti anni, ha fatto erroneamente pensare ad un suo studio preparatorio.
Iconografia Mezzo busto di donna con mani giunte sulle gambe e occhi chiusi
BibliografiaB. Buscaroli, Scultura - nuove acquisizioni, Bologna, 2007; A. Marchi, in Antico e Moderno, Bologna 2014, pp. 282-283; C. Spadoni (a cura di), La seduzione dell'antico, Ravenna 2016, p. 113
MostreScultura - nuove acquisizioni (Bologna, 2007); Antico e Moderno (Bologna, 2014); La seduzione dell'antico (Ravenna 2016); Costruire il Novecento - Capolavori della collezione Giovanardi (Bologna, 2017);
NotaPresso l'archivio Manzù è conservata la fotografia dell'opera autografata dall'autore.