4702 - Le quattro virtù cardinali

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Incisore Anonimo (ambito di Andrea Lilio)
Inventore Carracci Agostino (?)
Luogo e anno di edizione
Tecnica e supporto Bulino
Misure foglio (in mm) 285 x 405
Misure battuta (in mm)
Misure immagine (in mm) 274 x 398
Iscrizione incisa NECTAR AMBROSIA NUNQUAM LATRAT BENIGNE CINCTIS SEMPER SANCTITA ALTIORA PENTAMUS SRUDITIO HID DUCIBUS
Notizie storico-critiche L'incisione che presenta formule tipiche della tradizione grafica dei blasoni familiari e dei frontespizi delle tesi dei dottori, pur ricordando per certi versi i numerosi e vari esemplari realizzati da Brizio, Valesio e Coriolano, presenta tuttavia elementi della tradizione romana quali la maggiore compostezza e rigidezza delle forme, l'impaginazione simmetrica, come pure i visi e i panneggi che coprono le figure. Potrebbe dunque trattarsi di un artista attivo a Roma all'epoca di Sito V nei cantieri del Lilio e del Nebbia. Dal catalogo Fasella risulta che l'incisione era valutata £ 100
Iconografia
Bibliografia
Mostre
Nota