CS02 - Pianoforte a coda Carl Bechstein

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Carl Bechstein (1826-1900)
Datazione 1864
Firma
Misure
Descrizione Pianoforte a coda costruito dalla ditta berlinese Carl Bechstein.
Iscrizioni Nr di serie 1210
Notizie storico-critiche Friedrich Wilhelm Carl Bechstein, noto come Carl Bechstein, nacque nel 1826 a Gotha in Turingia (Germania). Ha inizialmente lavorato a Erfurt nella bottega del suo cognato Johann Gleitz; poi a Dresda presso la fabbrica Pleyel, successivamente si è spostato a Berlino dove ha lavorato alla Klavierfabrik G. Perau. Dopo alcuni anni andò a Londra e, successivamente, a Parigi dove ha lavorato da Pape e da Kriegelstein. La fabbrica C. Bechstein è stata fondata a Berlino nel 1853, diventando subito Hoflielefer della Sua Maestà Friedrich Wilhelm IV, il Re della Prussia. Carl Bechstein costruì il suo primo pianoforte a coda nel 1856. Nel 1862 l'azienda vinse la medaglia d’argento all’esposizione di Londra. Entro la fine del 1860 la ditta aveva costruito 300 pianoforti a coda. Nel 1870 la fabbrica produceva circa 500 strumenti all’anno. Presto l’azienda Bechstein è diventata una delle più importanti a livello mondiale, insieme a Blüthner e Steinway & Sons. Nel 1880 l’azienda inaugurò una seconda fabbrica a Berlino e, nel 1897, a Berlin Kreuzberg. Nel 1885 Bechstein ha fornito un pianoforte alla Regina Victoria d’Inghilterra, in breve altri suoi pianoforti sono stati mandati al castello di Windsor e alle altre residenze reali. Nello stesso anno l’azienda aprì una filiale a Londra, dove nel 1901 è stata inaugurata la Bechstein Hall. Carl Bechstein morì a Berlino nel 1900, l’azienda passò ai suoi tre figli, Edwin, Carl e Johann. Tra il 1900 e il 1914 la ditta era una delle più importanti aziende costruttrici di pianoforti nel mondo, con 1100 artigiani e operai che producevano 5.000 pianoforti all’anno. Durante la Seconda guerra mondiale la fabbrica di Bechstein è stata quasi completamente distrutta. La costruzione dei pianoforti a coda riprese nel 1951. Nel 1963 l’azienda è stata acquistata da Baldwin Company e, nel 1986, rivenduta a Karl Schulze, ritornando così nelle mani tedesche. A causa di ulteriori acquisizioni del 1991 e del 1992, la ditta cambiò il nome in “Bechstein Group Berlin” e introdusse una gamma più ampia di marchi dei pianoforti, tra i quali il verticale Zimmermann (azienda fondata nel 1884 a Lipsia) a basso costo; W. Hoffmann (azienda fondata nel 1904 a Berlino); Euterpe; oltre ai prestigiosi Bechstein a coda. I pianoforti “Bechstein” e “C. Bechstein” vengono oggi prodotti a Seifhennersdorf in Sassonia (Germania), vendendo circa 5.000 pianoforti all’anno (la più grande azienda di pianoforti in Europa) I pianoforti C. Bechstein erano molto amati da Franz Liszt, Richard Wagner, Johannes Brahms e da Hans von Bülow. Sono stati inoltre utilizzati da Artur Schnabel, Edwin Fischer e Josef Hofmann; più recentemente da Dinu Lipatti. Nell’ambito di musica pop sono stati suonati in alcuni brani dei Beatles (Hey Jude e White Album), degli Queen (A Night at the Opera), David Bowie, Elton John (Your Song).
Iconografia
Bibliografia
Mostre
NotaENG. Grand piano, Carl Bechstein, Berlin, 1864.