BRI 00254, BRI 0255 - Bologna - Mura fra S. Felice e S. Isaia: la Grada

Immagine opera
N. inv.BRI 00254, BRI 0255
Titolo proprioBologna - Mura fra S. Felice e S. Isaia: la Grada
Titolo attribuito

Notizie storico artistiche

Fondo Antonio Brighetti
Serie
Oggetto Positivo
Forma Specifica dell'Oggetto cartolina postale
Soggetto Bologna, la Grada
Autore
Stampatore/Editore Mengoli, G., Bologna
Cronologia
Luogo della ripresa
Data della ripresa
Materia e Tecnica
Misure (in cm; hxb) 14x9
Misure negativo (in cm; hxb)
Indicazione di colore b/n
Luogo e anno di edizione Bologna, s.d.
Timbro di spedizione (luogo e data) Bologna, 1907
Iscrizioni Il nome dell'editore si legge sul verso, in basso a sinistra. L'esemplare n. BRI 00255 è viaggiato da Bologna a Bari. La data di compilazione è: 24.6.1907.
Iconografia
Bibliografia
Mostre
NotaLa dicitura esatta che compare sull'immagine è: "Bologna - Mura fra S. Felice e S. Isaia (sec. XIV). Sottopassaggio del Canale di Reno detto la Grada". In effetti, la Grada che vediamo oggi fu costruita nel Trecento insieme alle mura, ma probabilmente già prima dell'erezione di quella cinta, esisteva un terrapieno con fossato. Pare, infatti, che nel 1208 il Canale di Reno fosse stato deviato (prima entrava al Pratello e solo successivamente passava di lì). In ogni caso, la grata serviva a più scopi, come ad esempio: 1) per trattenere il materiale grosso trasportato dal canale, che avrebbe potuto danneggiare le ruote idrauliche degli opifici esistenti in città; 2) per impedire l'ingresso ai nemici e agli indesiderati che tentavano di entrare a Bologna attraverso la via d'acqua.