3667 - Veduta di diversi edifizi presso il canale Navile di Bologna

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Incisore Basoli Luigi (Castel Guelfo, 1776 - Bologna, 1848) Francesco Basoli (castel Guelfo, 1790- Bologna,18
Inventore Basoli Antonio (Castel Guelfo, 1774 - Bologna, 1848)
Luogo e anno di edizione Bologna 1833
Tecnica e supporto Acquatinta
Misure foglio (in mm) 380 x 480
Misure battuta (in mm)
Misure immagine (in mm)
Iscrizione incisa T.21/ /A. Basoli dip. 1826/Le F. Basoli dis e inc./VEDUTA DI DIVERSI EDIFIZI PRESSO IL CNALAE NAVILE DI BOLOGNA
Notizie storico-critiche La serie di cento vedute pittoresche che Basoli trasse da propri dipinti, fu pubblicata ad opera dell'artista per soddisfare la richiesta di un mercato di amatori italiani e stranieri sempre più numeroso, attratto da questo genere di vedute ricordo. Caratterizzate dall'uso dell'acquatinta - tecnica che si presta in modo particolarmente espressivo alla resa degli spazi urbani, dei contrasti luministici e dei giochi prospettici- queste tavole raccontano con dovizia di paricolari una città che proprio in quegli anni stava cominciando a modificare il proprio assetto urbanistico. La realizzazione di questa impresa editoriale, e di numerose altre eseguite da Basoli con l'aiuto dei fratelli Franceco e Luigi, soprattutto a partire dal 1810, evidenzia l'esistenza di un progetto dell'artista per sfruttare appineo il successo riscosso dalla produzione di dipinti di vedute fino ad allora non siste
Iconografia
BibliografiaM. Poli, A. Santucci, Vedute pittoresche di Bologna di Antonio Basoli, Bologna 2002; F. Farneti, E. Frattarolo (a cura di), Antonio Basoli 1774-1848, Ornatista, Scenografo, Pittore di paesaggio, Bologna 2008, p. 230
Mostre
Nota