M661 (rep. 1/322) - Didone sul rogo

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Anonimo bolognese (copia da Annibale Carracci)
Tecnica e supporto Sanguigna
Datazione XVIII secolo
Misure (in mm) h x b 279x300
Iscrizioni
Notizie storico-critiche E' copia dell'affresco che sta sul camino di casa Luchini, oggi Francia, eseguito da Annibale Carracci nel 1592. Era attribuito in precedenza a Carlo Antonio Pisarri per via di un'incisione simile inserita in "Raccolta de' cammini che si ritrovano in varie case nobili di Bologna, dipinti da Lodovico, d'Annibale e d'Agostino Carracci" edito entro la prima metà del XVIII secolo (vedi inv. n. 7995 delle stampe conservate presso le Collezioni d' Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna). Questo affresco sarà servito da modello anche per l'affresco di analogo soggetto del sovracamino nella terza stanza di Enea a Palazzo Fava, quella genericamente attribuita agli allievi dei Carracci.
Iconografia Sopra una pira un donna con una veste allacciata in vita sta bruciando mentre un angelo le depone una corona sulla testa
BibliografiaA. Emiliani (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 1. dal Cinquecento al Neoclassicismo, Bologna 1977
Mostre
Nota