M277 (rep. 1/3) - Studio di mani

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Carracci Agostino (attr.) (Bologna, 1557 - 1602)
Tecnica e supporto Matita nera su carta
Datazione XVI sec.
Misure (in mm) h x b 117x212
Iscrizioni sul recto: "Agostino"; sul verso, su carta di supporto: "Di Agostino Caracci Bolg.nese, eccellente | Disegnatore, Incisore, e sufficiente coloritore". Poi, con altro inchiostro: "relativam.te a Lodovico e Anibbale Caracci"
Notizie storico-critiche L'attribuzione, solo orale, ad Agostino fu effettuata dal Bodmer. Il foglio risulta tagliato e dotato di tre aggiunte. L'attribuzione orale di Bodmer è secondo chi scrive(B. Basevi) , corretta poichè il disegno in esame (forse uno schizzo per la Comunione di S. Girolamo in Pinacoteca) presenta caratteri tipici di alcune prove giovanili di Agostino caratterizzate da una certa malcelata difficoltà nella resa anatomica degli arti superiori e soprattutto delle dita delle mani.
Iconografia Schizzo raffigurante due mani nell'atto di porgere l'ostia.
BibliografiaA. Emiliani (a cura di), Le Collezioni della Cassa di Risparmio in Bologna - I disegni 1. dal Cinquecento al Neoclassicismo, Bologna 1977, p. 192
Mostre
Nota