F31648 - Ascoltando la Musica

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Severini Gino (Cortona, 1883 - Parigi, 1966)
Tecnica e supporto Pastello su carta
Datazione 1907
Misure (in cm) h x b 35x35
Iscrizioni In basso: "Parigi Inverno MCMVII a Bucci G. Severini"
Notizie storico-critiche Prezioso e raro pastello questo di un Gino Severini ancora pre-futurista. Dedicata all’amico pittore Anselmo Bucci, durante gli anni trascorsi insieme a Parigi, l’opera ritrae in primo piano il pittore Dudreville (esiste anche uno studio del volto) e il critico Buggelli, seduti probabilmente nello studio di Severini in rue Ballou, dove i due, stando alle memorie dell’artista, si sarebbero rifugiati dopo aver ricevuto lo sfratto dalla stanza d’albergo che li ospitava. Della compagnia faceva parte anche lo stesso Bucci, l’unico che avendo ottenuto un precoce successo riuscì a rimanere in Francia a differenza degli altri costretti di lì a poco a rientrare in Italia. Testimonianza delle difficoltà e della solidarietà di uno dei primi gruppi di compatrioti a Parigi, il pastello rivela un Severini aggiornato sui recenti esiti della pittura postimpressionista, memore della lezione di Degas.
Iconografia Al centro un uomo seduto con abito scuro si copre il volto con le mani. Alla sinistra un uomo cammina - si vede una gamba. Sulla destra un altro uomo accucciato ha le braccia conserte sulle ginocchia. Sul muro quadri appesi.
BibliografiaD. Fonti, Gino Severini Catalogo ragionato, Milano, 1988, p. 85 (n. 44); G. Belli, D. Fonti (a cura di), Gino Severini 1883-1966 - futuriste et néoclassique, Milano 2011, p. 107 (con bibl. precedente); L. Regano, in Antico e Moderno, Bologna 2014, pp. 212-213; D. Fonti, S. Roffi (a cura di), Severini, l'emozione e la regola, Cinisello Balsamo 2016, p. 74;
MostreGino Severini 1883-1966 - futuriste et néoclassique (Parigi - Rovereto, 2011); Severini - l'emozione e le regola (Parma, 2016)
NotaMisure con cornice: cm. 59,5 x 59,5 x 3,5