F32229 - Madonna addolorata

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Vasini Clarice (Bologna, 1732-1823)
Tecnica e supporto Terracotta dipinta
Datazione 1765
Misure (in cm) h x b 117x35,5x27,5
Iscrizioni "Clarice Vasini Accademica Clementina 1765
Notizie storico-critiche Nominata all’età di 31 anni, Accademica d’onore all’Accademia Clementina, Clarice Vasini fu pittrice e scultrice. Se ancora tutta da ricostruire è l’attività pittorica, negli ultimi anni si sta raccogliendo attorno al suo nome un discreto numero di sculture firmate e documentate. Tra queste si ricordano due Madonne Addolorate, una per la chiesa dei Servi di Maria nel castello di S. Martino d’Este ed una per il convento di san Giorgio in Bologna. E’ con quest’ultima che va identificata la bella terracotta qui esposta, realizzata nel 1765, come riporta la data sulla sua base in cui la scultrice si firma: CLARICE VASINI ACCADEMICA CLEMENTINA. La data di esecuzione concorda col termine dei lavori di ristrutturazione del grande convento la cui edificazione terminò attorno al 1763. L’iconografia della Madonna addolorata era strettamente legata all’ordine dei Servi. Perduta l’originaria policromia, di cui resta qualche traccia nel cuore trafitto, la terracotta denota una ripresa di quegli effetti posati e naturalistici cari all’iconografia sacra.
Iconografia
BibliografiaB. Basevi, in: A. Mazza, Felsina sempre pittrice - Acquisizioni d'arte e donazioni per la storia di Bologna (2014-2016), Bologna 2016, pp. 132-135 (con bibl. prec.);
MostreFelsina sempre pittrice (Bologna, 2016);
Nota