M29368 - Scena campestre

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Anonimo (copia da Abraham Bloemaert)
Tecnica e supporto Olio su tela
Datazione 1620 (post)
Misure (in cm) h x b 135 x 195
Iscrizioni
Notizie storico-critiche Pressochè nulle le notizie sulla storia e sulla provenienza del dipinto di cui si sa solo che apparteneva alla collezione della Banca Bimer assorbita dalla Cassa di Risparmio in Bologna. Recentemente chi scrive (B. Basevi) ha tuttavia trovato un dipinto analogo conservato presso il Musée des Beaux Arts di Montreal sotto il nome di Abrahm Bloemaert (Gorinchem 1564 - Utrecht 1651). Pittore olandese formatosi tra l'Olanda, Parigi e Amsterdam prima di tornare a Utrecht dove, divenuto famoso grazie alla sua grande duttilità artistica che spaziava dal manierismo al caravaggismo, mise in piedi una rinomata bottega. Nel dipinto si distinguono a mio avviso diverse mani, i visi delle figure realizzati con grande sapienza potrebbero appartenere al maestro, mentre i corpi e i panneggi presentano un trattamento dei chiaroscuri piuttosto rigido e impacciato da ricondurre alla mano di un allievo della bottega. E' verosimile ipotizzare che il quadro originale riscuotesse tale successo da essere replicato in più copie ad opera della bottega con interventi del maestro. Il rimando ad un caravaggismo di sapore nordico induce a datare il dipinto dopo il 1620 anno in cui l'allievo prediletto di Bloemaert, Gerrit van Hontorst importa in olanda le idee di Caravaggio apprese a Roma.
Iconografia Scena di lavoro in un campo coltivato. In primo piano, di schiena e sdraiati, due braccianti in un momento di riposo parlano con un altro uomo che si avvicina assieme ad una donna. Sulla destra donne e uomini lavorano con la falce per ripulire il campo.
Bibliografia
MostreBologna si rivela 2011 (Bologna, 2011)
NotaDal 2017, in deposito presso l'Accademia Nazionale di Agricoltura