M162 - Il ponte della via Cavaliera e il canale delle Moline

Immagine opera

Notizie storico artistiche

Autore Anonimo bolognese (Seconda metà XIX sec.)
Tecnica e supporto Olio su tela
Datazione 1852
Misure (in cm) h x b 57x72,5
Iscrizioni
Notizie storico-critiche Al di là del profilo stilistico, forse discutibile per l'indugiare ironico sulle macchiette popolari, l'opera è un importante documento della vita e del costume dell'epoca. La datazione compare iscritta sul battente della finestra in primo piano a destra: 1852. Sul telaio un cartellino battuto a macchina indica la località. La veduta è in gran parte inventata.
Iconografia Veduta parzialmente fantastica dell'ultimo tratto di via Cavaliera, detto via Case Nuove di S. Martino, l'attuale via Oberdan, a Bologna. Sullo sfondo si intravede il campanile di S. Pietro. Al centro il canale con un ponte a doppia arcata che lo attraversa nel mezzo. Intorno edifici e numerose figure impegnate in mestieri popolari.
BibliografiaG. Zucchini, Edifici di Bologna, Roma, 1931, p. 20; F. Varignana, Le collezioni d'arte della Cassa di Risparmio in Bologna - I DIPINTI, Bologna, 1972, p. 433; F. Varignana, Omaggio a Bologna, materiali per un'immagine della città e del territorio, Bologna, 1980, p. 126-127; F. Varignana, Coscienza urbana e urbanistica tra due millenni, Bologna 1993, p. 151 (anche in cop.); Bocchi F. (a cura di), Atlante storico delle città italiane - Bologna vol. IV, Dall'età dei lumi agli anni Trenta, Bologna 1998, p. 42; B. Buscaroli, Vedute bolognesi dal Vanvitelli a Giovanni Boldini, Bologna, 2008
MostreMostra dell'800 (Bologna, 18/6 - 5/7/1957); Bologna ai tempi di Stendhal (Bologna, 16/5 - 31/5/1972); Omaggio a Bologna, materiali per un'immagine della città e del territorio (Bologna, 25/10 - 21/12 1980); Coscienza urbana e urbanistica tra due millenni (Bologna, 11/12/1993 - 13/2/1994); Vedute bolognesi (Bologna, 2008)
Nota