4750 - Ravenna - Acc. B. Arti - Guidarello Guidarelli - sec. XV

Immagine opera
N. inv.4750
Titolo proprioRavenna - Acc. B. Arti - Guidarello Guidarelli - sec. XV
Titolo attribuito

Notizie storico artistiche

Fondo Pietro Poppi - Fotografia dell'Emilia
Serie
Oggetto Negativo
Forma Specifica dell'Oggetto
Soggetto Ravenna - Musei - Museo d'Arte della Città - Scultura - Monumenti sepolcrali - Lombardo, Tullio - Statua di Guidarello Guidarelli
Autore Poppi, Pietro (Cento, 1833 - Bologna, 1914)
Stampatore/Editore
Cronologia 1890-1896
Luogo della ripresa Ravenna
Data della ripresa 1890-1896
Materia e Tecnica gelatina bromuro d'argento/vetro
Misure (in cm; hxb) 21x26,9
Misure negativo (in cm; hxb)
Indicazione di colore B/N
Luogo e anno di edizione
Timbro di spedizione (luogo e data)
Iscrizioni
Iconografia
BibliografiaAppendice Seconda al Catalogo Generale della Fotografia dell’Emilia di Pietro Poppi, Bologna, Tipografia L. Andreoli, 1896; Franco Cristofori, Giancarlo Roversi, a cura di, Pietro Poppi e la Fotografia dell’Emilia, Bologna, Cassa di Risparmio in Bologna, 1980; Giuseppina Benessati, Angela Tromellini, Fotografia & Fotografi a Bologna, 1839-1900, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992; Franca Varignana, Pietro Poppi “Peintre-Photographe” in Andrea Emiliani, Italo Zannier, a cura di, Il tempo dell'immagine: fotografi e società a Bologna 1880-1980, Torino, SEAT, 1993, pp. 55-70; Fabio Marangoni, Pietro Poppi (1833-1914) fotografo bolognese dell’Ottocento, tesi di laurea in Storia dell’Arte Contemporanea, Università degli studi di Bologna, relatore Stefano Susinno, a.a. 1998/1999; Corinna Giudici, Fotografare la scultura, fotografare Guidarello: permanenze e variazioni, in Ceroni, Fabbri, Spadoni, a cura di, Guidarello Guidarello tra storia e leggenda, Ravenna, 2012, pp. 73-129, pubblicata p. 107.
Mostre
NotaLa datazione della lastra negativa deriva dal riscontro sui cataloghi a stampa: non presente nel catalogo del 1890, ma in quello successivo del 1896. La lastra tombale raffigurante il condottiero Guidarello Guidarelli, realizzata nel 1525 da Tullio Lombardo, era originariamente situata presso la cappella di San Liberio nella chiesa di San Francesco a Ravenna. Nel 1650 venne trasferita nel Quadrarco di Braccioforte e, infine, nel 1829 depositata presso l'Accademia di Belle Arti.